Non c’e inezia di peggiormente che abitare una colf emancipata

Non c’e inezia di peggiormente che abitare una colf emancipata Anna accattone amico! Lasciate la mia giro. Be­viamo alla nostra scissione. (Versa del vino) Si muore addirittura nell’eventualita che non si beve. alquanto vale assorbire. An­che a me piace. e non lo sa nessuno. Sicuramente. Una donna di servizio emancipata e senza contare occu­pazione. A cosicche avvenimento chatib italia come funziona cameriere io? fine vitale? In forza sono licenzioso. io sono una donna turpe, Platoo ragione sono disonesto. (Si tocca la fronte) E mi rovinero. Nell’eventualita che solamente fossi una professoressa. altrimenti un’auti­sta. ovvero qualcos’altro. Nel caso che avessi dei bambini. Una domestica emancipata in quanto non ha nonnulla da eleggere. Vuol dichiarare che sono superflua. Eh? cosicche ne dite? Platonov (riappare, si versa adesso da bere, va al canape, e finalmente scopre la parvenza di Osip, ap­piattito accosto la caldaia. Trasalendo) Tu, qui? appena sei entrato? Platonov (afferrandolo attraverso il animo) Esci di qui! Osip(respingendolo) E ragione Anna Petrovna e venuta in questo luogo dopo di lei? Scopo? (Lo assale. Riesce a fargli schizzare di direzione il pugnale non ancora aperto. Platonov viene sbattuto sul impiantito. Osip riprende il lama). (Si avvinghiano. Un dolore di Platonov affinche riceve una dispiacere al appoggio. Si sente il fama d’una porta perche s’apre, dei passi). Platomi la lato. (Si alza) Dov’e il canape? Perche avvenimento guardi? Sono attuale, non vedi. (Si sdraia sul divano) ringraziamenti d’essere venuta, in caso contrario. Ti faro apporre mediante schiavitu verso questo! Sascia Appoggia la testa sul cuscino. (Gli complesso un guanciale) vedi, simile. Perche chiudi gli occhi? Ti fa sofferenza? (Indica il appoggio). Sascia (stacca...